Qual è il mio pubblico di riferimento?

Conoscere a fondo il proprio pubblico di riferimento è il primo passo per creare contenuti su misura per chi legge.

Non è possibile e tantomeno realistico, scrivere per tutti: è necessario identificare con maggior precisione possibile il target a cui ci si riferisce mentre si scrive.

E’ quindi necessario dedicare parte del tempo per “conoscere” le persone a cui ci si vuole rivolgere, in primis navigando nella rete: studiare la lista dei vari competitor, analizzare i social, i siti web e il loro posizionamento su Google.

Al termine di questo percorso si potranno quindi tracciare le caratteristiche dell’ “Individuo tipo” (altrimenti detto in gergo di marketing Buyer persona) avendo chiare alcune informazioni:

Il tuo pubblico

Più le informazioni sono precise, più sarà precisa la descrizione del nostro Buyer persona.

Lo scopo di questo lungo (e per qualcuno anche noioso) lavoro è fidelizzare il pubblico e NON avere più visite possibili! Si vuole portare il lettore a leggere il tuo post…e quello dopo…e quello dopo ancora…perché chi sta utilizzando il servizio che tu hai proposto deve avere la netta impressione che sia stato fatto appositamente per lui, per le sue esigenze.

Nel Marketing oggi si parla di Personas quindi: personaggi fittizi, immaginari, che vengono sviluppati per individuare quelle principali caratteristiche che sono proprie del potenziale lettore/cliente/compratore.

Solo nel momento in cui si avrà un quadro più o meno chiaro delle Personas si potrà ideare una vera e propria strategia di marketing, che avrà uno stile linguistico e iconografico ben definito.

La creazione del blog, le immagini inserite, i contenuti scritti di volta in volta, devono avere immagini e linguaggi diversi a seconda del pubblico.
Scrivere rivolgendosi direttamente alle mamme o scrivere rivolgendosi a dei ragazzi delle superiori o agli imprenditori porta necessariamente ad avere stili completamente diversi.

Anche in questo caso, avere la mente elastica è fondamentale: il target è in continuo movimento e cambiamento ed è necessario adattare il proprio lavoro al loro.

A tale scopo è necessario verificare come il lavoro che si sta svolgendo venga recepito dai propri lettori: creare una relazione, entrare in contatto con il pubblico porta a migliorarsi volta per volta.

Portare chi legge a compiere una azione, per esempio lasciare un commento o cliccare un bottone, è un primo passo per mettersi seriamente in ascolto e utilizzare le informazioni che il lettore ti lascia per estrarre nuove e vincenti idee.

Alla prossima!

Passaparola e condividi sui social!

Francesco De Nobili